Labneh alle mandorle


Il Labneh, per chi non lo conoscesse, é una sorta di formaggio fresco realizzato normalmente partendo dallo yogurth di latte vaccino e/o caprino. La sua consistenza é molto morbida e vellutata, il sapore più o meno intenso a seconda del tipo di latte con cui é stato fatto lo yogurth e variamente profumato, a seconda delle spezie usate per condirlo. È una preparazione molto semplice e d'uso molto comune in tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo ed in parte del Medio Oriente. La ricetta che vi propongo oggi é quella del Labneh preparato con lo yogurth vegetale a base di mandorle, variamente speziato, accompagnato -in questo caso- a dei rotolini di melanzane grigliate ripieni di riso profumato al limone e finocchietto selvatico. Un accostamento inaspettato, forse, ma davvero squisito.


Per circa 120 gr di Labneh:

400 gr di yogurth vegetale a base di mandorle 1/4 cucchiaino di sale 1 cucchiaino di semi di coriandolo 1/2 peperoncino verde piccante 1 pomodoro secco 1 cucchiaino di basilico tritato 1 cucchiaio di finocchietto selvatico lessato 1/2 cucchiaio di pinoli tostati

Per i rotolini di melanzane: 4 fette di melanzana (se son piccole 8) 4 fili d'erba cipollina 50 gr di riso parboiled sale pepe di cajenna 3-4 cucchiai di finocchietto selvatico scottato 1/2 spicchietto d'aglio 1/2 limone


Preparazione:

1. Innanzitutto dovrete munirvi di un canovaccio pulito o un foglio di tessuto-non-tessuto pulito, un contenitore altino da poter poi riporre in frigo, un po' di spago da cucina e due bastoncini di bambù (o due spiedini robusti, due cucchiai di legno non troppo grandi...)


2. Sistemate il tessuto-non-tessuto all'interno del contenitore, in questo modo:


3. Versatevi lo yogurth, aggiungete il sale, chiudetelo a fagotto usando lo spago ed appendetelo letteralmente ai due bastoncini. Questo terrá sospeso il fagotto impedendone il contatto con il liquido che man mano perderá, e che si accumulerá in fondo al contenitore.


4. Adesso potete riporlo in frigo e lasciarlo sgocciolare in pace per 48 ore.


5. A questo punto potete "liberare" il Labneh. Perché si, é pronto! Procedimento non immediato, ma davvero molto semplice, come potete vedere. In teoria é gia pronto per essere gustato, in pratica lo preferisco condito! :)


6. Suddividete, quindi, il Labneh ottenuto in tre ciotoline e condite: - con semi di coriandolo pestati al mortaio e peperoncino verde tritato


- con pomodoro secco e basilico fresco tritati


- con pinoli tostati e finocchietto selvatico, scottato e tritato

7. Fatene delle palline con le mani leggermente unte o delle quenelle con l'aiuto di due cucchiai, copritele con della pellicola trasparente e mettete in frigo. 8. Mettete un pentolino con dell'acqua sul fuoco, portate a bollore, salate e cuocete il riso al dente. Saltate il finocchietto con l'aglio fresco ed un filino d'olio a fuoco vivace, salte, pepate e mettete da parte. 9. Grigliate le fettine di melanzana e lavate l'erba cipollina. A questo punto aggiungete il riso al sautée di finocchietto, aggiungete succo e scorza di limone, sale, pepe di cajenna e saltate allegramente qualche minuto. 10. Stendete i quattro fili d'erba cipollina su un piano pulito, ad un palmo circa l'uno dall'altro. Su ciascuno filo, stendete una fetta di melanzana (o due leggermente sovrapposte!), adagiatevi un cucchiaio abbondante di riso al finocchietto e limone, ed aiutandovi con l'erba cipollina, arrotolate le fette, racchiudendovi il riso. 11. Preparate il vostro piatto da portata sistemando qualche foglia di insalata, le tre versioni di Labneh ed i rotolini al riso. Pronti! ;)


*** Potrete "pucciare" i rotolini di riso nel cremosissimo Labneh, scegliendo di volta in volta un profumo, una spezia diversa. Un piatto diverso, ricco di gusto! Assicurato!

0 visualizzazioni

© 2023 by The Food Feed. Proudly created with Wix.com